Cosa dovreste sapere sul modello di sicurezza dell’Ethereum

Oggi il panorama degli asset digitali si sta lentamente acclimatando al fatto che l’Ethereum 2.0 si sta finalmente realizzando. Infatti, dopo il recente lancio della Beacon Chain, sono state schiacciate le voci di un aumento dei ritardi e di un’apparente mancanza di sostegno.

Un recente rapporto di Coinmetrics ha rapidamente messo in evidenza un miglioramento della metrica nell’ecosistema dell’Ethereum. Secondo il rapporto, l’hashrate di Ethereum sta salendo a nuovi livelli elevati di tutti i tempi. Infatti, è stato il 1° dicembre che l’hashrate ha toccato un nuovo ATH, in seguito al quale la crescita è stata costante.

Ora, ciò che è interessante èche anche se l’Ethereum 2.0 promuove effettivamente la Proof of Stake, l’hashrate del PFH ha toccato un nuovo massimo il giorno dopo il lancio della catena di fari del PF 2.0.

Ora, mentre l’Ethereum 2.0 potrebbe effettivamente migliorare la sicurezza dell’Ethereum, c’è ancora molto da sapere sulla politica monetaria dell’Etereum.

Ethereum 2.0: Tasso di inflazione e sicurezza

Dopo il lancio della catena di fari Ethereum 2.0, il tasso d’inflazione annuale dei ETH scenderà ben al di sotto dell’1% e sarà addirittura inferiore al tasso d’inflazione della Bitcoin. Ora, il calo del tasso di inflazione ha molto a che fare con il suo passaggio a Proof-of-Stake.

In questo caso, è importante notare che una delle principali proposte del PoS è che gli scommettitori pagano volentieri costi di capitale più alti per un dollaro di ricompensa. In generale, ciò è dovuto al fatto che gli stakeer devono affrontare solo un costo di opportunità, una cifra che non si deprezza come quando si investe in attrezzature ASIC.

Quindi, i costi di capitale più elevati sono un vantaggio, poiché aumentano anche il costo dell’attacco all’Ethereum.

Emissione minima di sicurezza?

Con un costo del capitale più elevato, l’Ethereum sta praticamente ottenendo un livello di sicurezza uguale per ricompense in dollari più basse. Soprannominato da Ryan Watkins „Minimum Necessary Issuance“ (Emissione minima necessaria), ETH 2.0 ha bisogno di un importo minimo di emissione per garantire la sicurezza dell’Ethereum.

La politica monetaria del ETH 2.0 sta ottimizzando la rete dell’Ethereum, mentre la politica monetaria della Bitcoin punta alla „perfezione monetaria“.

L’unica conseguenza di questa argomentazione è che mancano ancora 12-24 mesi alla fase 1.5 (l’Ethereum 1.0 si è fuso a metà strada con l’ETH 2.0), il che rende l’argomentazione di cui sopra per il futuro, ma ancora inevitabile.

Verrà un momento in cui la politica monetaria di Bitcoin potrebbe scontrarsi con quella di Ethereum e mentre quella di BTC è più facile da comunicare e spiegare, il modello di sicurezza di Ethereum potrebbe essere teoricamente più sostenibile a causa del PoS.